Riflessi

Mi piace molto il mare. Ascoltare il suo rumore quando è in burrasca mi ritempra il fisico e mi istilla sensazioni di armonia sonora con l’invisibile, quasi di concertuale appartenenza animica a una sinfonia simbolica che,  con  note variamente acute, fluisce nell’etere pacificando la mia irrequietezza interiore. Guardarlo fissando le onde mi da sempre una percezione di movimento ineluttabile  in cui l’umanità, tra un onda e l’altra,  va e viene senza mai ripetersi, a volte risucchiata altre sbatacchiata  altre ancora frammentariamente riflessa, mai amorfa o statica.   Ma quel che mi affascina particolarmente è il potere che ha di stuzzicarmi, farmi reagire nell’essenza profonda, sintonizzarmi su lunghezze d’onda impercettibili all’occhio ma alquanto vibranti per i sensi. Soprattutto però è l’aspirare quel  suo profumo schiumoso che mi inebria perchè innesta nel pensiero riflessi di memorie burrascose.

466 modified

by e. r.

andando un dì…osservando..aspirando….ascoltando …  riflessi  pensieri l’anima schiumarono

Visioni

surreali

 

Lenti Surreali

Scorrono

Passati Turbinosi

Navigano

Dubbi Ancestrali

Affiorano

Nuvole Bianche

Il Cielo Invadono

Sui Vetri Opachi

Cristalline Gocce

Prismatiche Visioni

Transitano

Nel Lampo Icastico

Compendi Emotivi

Sui Petali Rossi

Esiliano

e.r.

visioni

svagando un di… in un posto qualunque…..sotto la pioggia

Stornellato

fantasma

linfa scorrente

in me galleggia

stornellato azzurro

nel verde prato

incontro irreale

anima

conturbo pensiero

nel midollo penetra

iperbolica emozione

nell’iridio mistero

fantasmi appiccica

d’incanto

stornellato azzurro

sul verde prato

passione aliante

in me linfa

alla empiria volta

vittoria fissa 

e.r.

 vagando e svagando nel prato….stornellato azzurro…un dì… ho…incontrato… 

 

Donna di Midoun

donne.JPG

Avanzi silenziosa

Su strada farinosa

Scruto sotto il velo

Con occhio sincero

Per carpire il pensiero

Sul perché mi trovo qui

Son qui

Con figlia e sorella

Amo la tua terra

La brezza notturna

Gli incensi

I colori

I frastuoni speziali

Rivolanti nel souk

Donna di Midoun

Fiera e silenziosa

Osservi timorosa

Sono sconosciuta

T’affianco nella via

Seguo la tua scia

Donna di Midoun

Nulla frena guadar la via

Con audace filosofia

Assunto tradizionale

Di saga personale

Stringiamoci la mano

Sotto il sole infocato

Nulla è strano

Germina il nostro grano

Donna di Midoun

Formiamo un ponte

Di sorriso e tolleranza

Per transitare in comunanza

Spartire i grovigli della vita

Veleggiare in cieli aperti

Fileremo senza barriere

Asservite a ragioni striminzite

Usanze e credenze secolari

Più immaginarie che reali

Donna di Midoun

Non so il nome né la tribù

Se passi per caso o sei jerbana

Di sicuro sei amica stansiva

Ci rivedremo in altra strada

e.r.

svagando un di  in terra africana 

 

svagando un di  in terra africana