Sembrava l’inferno…

partigiane

 

Sembrava L’inferno.

Tra Quelle Pietre

Rosse Di Sangue E Fosse Scavate

Da Bombe E Granate

Occhi Senza Più Lacrime

Pance Forate Da Spini

Notte E Giorno Strisciati

Solo Il Coraggio Folle

Camminava E Muto Urlava

Urlava E Avanzava

Incurante Di Chi Dietro Lasciava

Sui Colli Annichiliti

I Prati Sforaggiati

Vita E Morte L’inferno

Notte E Giorno Intrecciava

Morte O Vita L’eco

Giorno E Notte Ripeteva

A Quei Fagotti Scoloriti

Di Donne Bambine

Ormai Solo Lo Sguardo

C’era Di Donna

Duro Penetrava La Boscaglia

Puntava, Sparava

Sparava Puntava

Vita E Morte Non Contava

Passava E Ripassava

Sull’orizzonte Infernale

Un Solo Punto

Un Solo Punto

Faceva Strada A Occhi Braccia E Gambe

La Libertà

Sembrava L’inferno

Tra Quelle Pietre Rosse Di Sangue

Era Il Paradiso

im

grazie infinite ragazze

by e. r.

 

Ribellione

 

pist

Non Ti Conosco.

Perché’ Sei

Vicino A Me?

Cosi Vicino

Ho Paura.

Allontana La Tua Mano

Dal Mio Volto.

Allontana Quel Pugno

Chiuso

Dalle Mie Costole.

Allontana La Tua Scarpa

Dal Mio Addome.

Un Brivido

Percorre Il Mio Corpo

Scuote

Con Prepotenza

Il Torpore

Mio Compagno

di terrore

Non voglio Smarrirmi

….

Mi Sento Viva!

…..

Tu,

Non Sarai

La Mia

Nera Falce

e: r:

2014-03-06 14.47.56

Non scendiamo in piazza una volta l’anno, non serve a salvarci la vita ne a liberarci da botte, insulti, umiliazioni, sopraffazioni psicologiche. Per uscire dai tunnel lugubri di una vita quotidiana infernale occorre cambiare e far cambiare i concetti malati del compagno, della società, della cultura, della politica, degli stereotipi mediali.

Non sopportiamo. Cambiamo. Ribelliamoci.

ribellarsi salva la vita!

TRASPARENZA

amore,odio,femminicidio

Se

Fossi un cristallo

Lucido e trasparente

Potrei riflettere

Su specchi vorticanti

Tempestose luci

Urlate e trattenute

Sommersi guizzanti

Mille turbamenti

Se

Fossi diamante

Vedresti celate

Fra cavità rifrante

Lacrime e sorrisi

Arroganze represse

furie scatenate

Desideri di libertà

Se

Fossi lente

Diramante riverberi

Di luce cristallina

Vedresti giostre

Squarci riflessi

Di pugni e percosse

ardenti suppliche

Se

Fossi specchio

Luminoso e vibrante

Vedresti l’inespresso

Correre

Librarsi sfinito

Inabissarsi in voragini

Di rabbia impotente

Se

Fossi quarzo

Traslucido di passati

Vedresti pulsare

la vita e l’amore

Vorresti lesto

afferrarlo

Ghermiresti un cristallo

Sfuggente

ombra di un passato

Nascosta trasparenza

a chi feroce lo umiliò

e.r.

dedicata a :Maria, Agnese,  Ludovica, Anna, Francesca…

 donne vittime del loro compagno aguzzino

 

SIAMO DONNE

8 marzo.jpg 

Siamo donne

non un cesto di leccornie

grandi lavoratrici

non perverse sfruttatrici

abili professioniste

non corpi da riviste

attive compagne

non un piatto di lasagne

valorose soldate

non folli invasate

coraggiose imprenditrici

non star imbonitrici

esperte scienziate

non farfalle imbalsamate

siamo donne

non mammelle lattifere

fantocce da schiavizzare

cicche da masticare

siamo donne

motore universale

di ieri oggi e domani

e.r

AUTOCRATE

donne 2.jpg

TU,

CHE DOMANDI

CON TANTO ARDIRE

E CUPIDIGIA MOSTRI

NEL CARPIRE SEGRETI

NASCOSTI IN PIEGHE

DI CELATI TENDONI

CADENTI PALCHI

DI SIPARI VIVENTI

E TRAGICI ATTI

TU,

CHE DOMANDE PONI

E PRETENDI

CON TIRANNIDE

RISPOSTE E AMORE

DOMANDATI

E NON DOMANDARE

DAI

E NON BRAMARE

FORSE….

DOMANI

AUTOCRATE

O… CHISSA’

CIO’ CHE

ARROGHI

ESTORCERAI

e.r

dedicata a tutte le donne che nel mondo subiscono sopraffazioni

*

la foto l’ho presa dal weeb ed è una immagine pubblicitaria