Donna di Midoun

donne.JPG

Avanzi silenziosa

Su strada farinosa

Scruto sotto il velo

Con occhio sincero

Per carpire il pensiero

Sul perché mi trovo qui

Son qui

Con figlia e sorella

Amo la tua terra

La brezza notturna

Gli incensi

I colori

I frastuoni speziali

Rivolanti nel souk

Donna di Midoun

Fiera e silenziosa

Osservi timorosa

Sono sconosciuta

T’affianco nella via

Seguo la tua scia

Donna di Midoun

Nulla frena guadar la via

Con audace filosofia

Assunto tradizionale

Di saga personale

Stringiamoci la mano

Sotto il sole infocato

Nulla è strano

Germina il nostro grano

Donna di Midoun

Formiamo un ponte

Di sorriso e tolleranza

Per transitare in comunanza

Spartire i grovigli della vita

Veleggiare in cieli aperti

Fileremo senza barriere

Asservite a ragioni striminzite

Usanze e credenze secolari

Più immaginarie che reali

Donna di Midoun

Non so il nome né la tribù

Se passi per caso o sei jerbana

Di sicuro sei amica stansiva

Ci rivedremo in altra strada

e.r.

svagando un di  in terra africana 

 

svagando un di  in terra africana 

OCEANO

oceano 2.jpg

Impetuose

come

ardor d’amante
l’acque

oceaniche

lambiscono il ventre

ruzzolano

gocce maliziose

su prodighe

mammelle

aprono a ventaglio

morbidezze setose

giocano

rivolano

cunano

sfiorano feline

l’arsura della pelle

inondano

labbra infuocate
fremono

scivolano

smarriscono

tra  lunghi capelli

scomposti al vento

Nell’estasi

d’una carezza
mi

rapiscono per sempre.

 

e.r

SPEZIE

page3.jpg

 

Sciolti i grovigli

inibenti

la passione scatenata

inforca

la strada colorata

a piedi nudi

danza

licenziosa

tinnisce

la zolla speziata

sopita

 nell’anse dell’ocre terra

fluisce 

afrodisiache note

e

d’ogni bramosia agghinda

il navigato renoso

orbitato

 da insolita folla

d’aromi esperta

saltella

lussuriosa

nei sacchi sparsi

questua

eccentrici sapori

snugola

fumi oppiacei

esalta

i morbidi olfatti

 ammassa

droghe

policrome concerta

stordita

in zaini  abbandona

 l’arsura ossessa

e.r.

 

 

 

 

A TE, AMICA MIA

città del capo3.JPG

VORREI AMICA MIA

NON PARTIRE

VORREI

UBRIACARMI DEL  CALORE

CHE T’AVVAMPA
SPOGLIARMI

SVOLAZZAR SINUOSA

RAMPICARE LA CORRENTE RITROSA

AVVOLGERMI

NEI VERDI SCIACQUII

DI UN OCEANO INDIANO

FATATO

VORREI

NON SPRECARE ATTIMI PREZIOSI

EMPIRE

L’ANIMA MIA DI SUONI IMPETUOSI

SOPORIRE

I VAPORI  DELL’ ATALANTINO

IN CIMA ALLO SPERONE PALADINO

GRIDARE ALL’ECO

TRASLOCA IL MULINO

NEL REGNO  FORASTIO DEL DESIO

VORREI

ROTANDO LO SGUARDO

ABBRACCIARE LA FORESTA LUSSURIOSA

VALICARE

I CANCELLI DELL’ORDINARIO

INEBRIARMI

DÌ VITA ANTICA MISTERIOSA

CARPIRE L ’ENERGIA  AMICA

CHIUSA

IN SUOLO OCARINO DÌ FATICA 

VORREI

CAVALCARE  ITRAMONTI INFERINI

ESPLORARE LE VISCERE VULCANE

INCONTRARE L’IGNOTO UMANDIO

LASCIARTI SENZA ADDIO

VORREI AMICA MIA

PORTAR CON ME LA TUA MAGIA

 BLOCCARLA NEL PUGNO

SCOLPIRLA NELL’OCCHIO

CULLARLA

OGNI MATTINA DESTARLA

SUL PETTO ANSANTE D’AMORE E MERAVIGLIA

RITROVARLA

NEI CASSETTI DELLA MEMORIA FRESCA DÌ SAPORE

SCORRAZZARLA IN OGNI DOVE

FIN QUANDO

EVAPORANDO IN STELLA

RICADRO’

LUCCICANDO  SU  LINFA DI FOGLIA

SDEBITANDO’ IL FAVORE CON VIRTU’ DI CIGLIA

AD AMICA  PRODIGA CHE M’EMPI’ DI GIOIA   

 

elda  

 

pinguini9.JPG
Dedicata a te  amica Lusy del South Africa che oggi compi gli anni. Non posso abbracciarti ma sai che son li, nella tua terra magica con gli occhi ancor colmi di emozioni, colori e sapori. A presto dolce amica!