Vecchio o nuovo

Un nuovo anno

nel mondo s’è affacciato

fra brindisi, botti e scintillii

un incognito timore

nell’animo allegro e spensierato

ombre e luci ha  proiettato.

Sotto il vischio ho pensato:

che  fortuna  averti incontrato!

Sarai l’anno dei miei sogni,

anche i più distratti mi baceranno.

Se tu, nuovo anno

mi permetti di giocare

con il sole e la luna.

Cos’altro posso chieder di più alla fortuna?

Nulla,

vivere è un capolavoro!

 Nessuno artista sa riprodurre

in tutti i suoi colori;

nessuno chef sa ricreare

 i suoi  tanti sapori;

nessun biografo sa narrare

gli’infiniti  con precisione.

Solo tu.

Vecchio o nuovo.

Tra un battito e l’altro del cuore

vieni, passi vai

nulla scordi tutto sai.

 

capodanno-2016-giappone-1000x600

un augurio speciale a chi passa per un anno ricco di:

gratificazioni, prospera quotidianità e tanta tanta sana allegria!

bye, r,

 

VOUS N’AUREZ PAS MA HAINE

Girando  su fc, ho trovato una riflessione di un marito e padre che ha perso la moglie nel massacro disumano di Parigi, talmente bella, commovente e  significativa, nel suo contenuto di risposta a tanta ferocia  che spezza il cuore ma al contempo nutre l’anima di speranza . Una speranza che è possibile battere la ferocia assassina senza ricorrere alla violenza. La condivido in versione integrale e tradotta:

Vous n’aurez pas ma haine”

Vendredi soir vous avez volé la vie d’un être d’exception, l’amour de ma vie, la mère de mon fils mais vous n’aurez pas ma haine. Je ne sais pas qui vous êtes et je ne veux pas le savoir, vous êtes des âmes mortes. Si ce Dieu pour lequel vous tuez aveuglément nous a fait à son image, chaque balle dans le corps de ma femme aura été une blessure dans son coeur.

Alors non je ne vous ferai pas ce cadeau de vous haïr. Vous l’avez bien cherché pourtant mais répondre à la haine par la colère ce serait céder à la même ignorance qui a fait de vous ce que vous êtes. Vous voulez que j’ai peur, que je regarde mes concitoyens avec un oeil méfiant, que je sacrifie ma liberté pour la sécurité. Perdu. Même joueur joue encore.

Je l’ai vue ce matin. Enfin, après des nuits et des jours d’attente. Elle était aussi belle que lorsqu’elle est partie ce vendredi soir, aussi belle que lorsque j’en suis tombé éperdument amoureux il y a plus de 12 ans. Bien sûr je suis dévasté par le chagrin, je vous concède cette petite victoire, mais elle sera de courte durée. Je sais qu’elle nous accompagnera chaque jour et que nous nous retrouverons dans ce paradis des âmes libres auquel vous n’aurez jamais accès.

Nous sommes deux, mon fils et moi, mais nous sommes plus fort que toutes les armées du monde. Je n’ai d’ailleurs pas plus de temps à vous consacrer, je dois rejoindre Melvil qui se réveille de sa sieste. Il a 17 mois à peine, il va manger son goûter comme tous les jours, puis nous allons jouer comme tous les jours et toute sa vie ce petit garçon vous fera l’affront d’être heureux et libre. Car non, vous n’aurez pas sa haine non plus.

paris

Voi non avrete il mio odio

«Venerdì sera avete rubato la vita di una persona eccezionale, l’amore della mia vita, la madre di mio figlio, eppure non avrete il mio odio. Non so chi siete e non voglio neanche saperlo. Voi siete anime morte. Se questo Dio per il quale ciecamente uccidete ci ha fatti a sua immagine, ogni pallottola nel corpo di mia moglie sarà stata una ferita nel suo cuore. Perciò non vi farò il regalo di odiarvi. Sarebbe cedere alla stessa ignoranza che ha fatto di voi quello che siete. Voi vorreste che io avessi paura, che guardassi i miei concittadini con diffidenza, che sacrificassi la mia libertà per la sicurezza. Ma la vostra è una battaglia persa.

L’ho vista stamattina. Finalmente, dopo notti e giorni d’attesa. Era bella come quando è uscita venerdì sera, bella come quando mi innamorai perdutamente di lei più di 12 anni fa. Ovviamente sono devastato dal dolore, vi concedo questa piccola vittoria, ma sarà di corta durata. So che lei accompagnerà i nostri giorni e che ci ritroveremo in quel paradiso di anime libere nel quale voi non entrerete mai. Siamo rimasti in due, mio figlio e io, ma siamo più forti di tutti gli eserciti del mondo. Non ho altro tempo da dedicarvi, devo andare da Melvil che si risveglia dal suo pisolino. Ha appena 17 mesi e farà merenda come ogni giorno e poi giocheremo insieme, come ogni giorno, e per tutta la sua vita questo petit garçon vi farà l’affronto di essere libero e felice. Perché no, voi non avrete mai nemmeno il suo odio».

11

Non trovate che è un messaggio bello e speciale ?

 

Repost: VEDUTA da S_VAGANDO

con sentimento di fratellanza e grande dolore reiposto questa mia dedicata al simbolo più famoso del mondo per dire ai Parigini e a tutto il popolo francese che con l’ indomita fierezza e il coraggio ribelle di ieri sconfiggeranno i bastardi massacratori di libertà di oggi.
e. r.

Nel Blu Albino

images (3) modified

Ripida E Stretta

Nella Baia Cobalto

Chiocciola Scaletta

Negli Abissi Del Tuo

Mare Oleoso

Scende

Incantati I Miei Occhi

Raggianti

Oltre I Limiti

Sprofondano

Sulle Vele Trasparenti

Ibridi Pensieri

Allibiti

L’ Iridio Del Sole

Fissano

Nel Bianco Candore

Liquefatti Sogni

Traversano Il Mistero

Concatenati Pensieri

D’amore Cadente

Le Stelle Riempiono

Il Cielo

Ai Miei Occhi Sonnolenti

Muraci Violette

La Guazza Asseta

Informi Arcobaleni

Vagabonda

Maliante Vela

Nel Blu Albino

e. r. 

 

girando un di….in florida… sulle coste atlantiche..vele bianche …transitanti…presero i miei pensieri…..attaccati a te…. dileguandoli per sempre

La danza della vita

56

 

Scatta

Nel Trillo Di Una Sveglia

Lievita

Nell’atto E Nel Pensiero

Stravagante

Ruota E Siesta

Nei Gagli Di Un Giglio

Leggiadra

Vola Nell’aria

Ride E Spuma

Nei Battiti Di Un Ciglio

Fermenta

Nel Sogno E Nel Sospiro

Lussuriosa

Serpeggia E S’infoca

In Un Bisbiglio

Esplode

Frulla E Si Inarca

Con Uno Sbadiglio

Armoniosa

Si Piega In Una Stella

*

e. r. 

 un mattino….guardando .. e….ascoltando… i rumori del vento  …i panni stesi del mio vicino

 

Visioni

surreali

 

Lenti Surreali

Scorrono

Passati Turbinosi

Navigano

Dubbi Ancestrali

Affiorano

Nuvole Bianche

Il Cielo Invadono

Sui Vetri Opachi

Cristalline Gocce

Prismatiche Visioni

Transitano

Nel Lampo Icastico

Compendi Emotivi

Sui Petali Rossi

Esiliano

e.r.

visioni

svagando un di… in un posto qualunque…..sotto la pioggia