Essere nonna

20160716_221535

Se diventare mamma è una gioia immensa che ti riempe il cuore di un tenero amore e al contempo ti carica di impegno, sacrifici e responsabilità. Diventare nonna è una giocondità che ti riempe gli occhi di immagini liete e l’anima di una traboccante commozione anche se ti carica di quella saggia consapevolezza che cambia la vita. È inevitabile. Nell’istante che guardi quel piccolo esserino figlio di tua figlia il tuo impegno di madre evolve. E se il compito materno cambia.. ovvio no, il criterio esistenziale muta! Perché? Perché inevitabilmente quel piccolo essere arrivato nel mondo che ti ammalia più di un diamante apparso per magia, accogli in cuore e anima, sfiori e coccoli con delicatezza, strabili alle buffe mossette, allegramente festeggi con amici e parenti segna un importante confine tra un ruolo e un altro. Naturalmente non muta l’amore che hai per tua figlia, anzi l’arricchisce di emozioni, sfumature comprensive, complicità emotiva, tuttavia severamente t’appella a una metamorfosi di stile nel dire, nel fare e soprattutto nel condividere. D’altronde l’avvenuto incontra il divenire. Un divenire meraviglioso in cui nella logica delle regole in armonia universale in punta di piedi entri dalla porta laterale e non sai ne come ne per quanto ne farai parte.

Non sai come perché quel piccolo essere che ti rapisce ogni pensiero e emozione è fulcro di una sintonia d’amore che cammina parallela al tuo affetto ma in vissuto autonomo.

Non sai per quanto poiché nella gioia di uno sboccio di vita all’improvviso cogli il tempo con tutta la sua incognita. L’età ti rimbalza e senza preparazione la tua parabola in fase discendente si materializza. Ciò t’affolla di mille domande. Una su tutte ti martella nell’attimo che quel piccolo roseo batuffolo si stiracchia nelle braccia di tua figlia e ti fa battere il cuore così forte, da rimbombare ai confini del mondo: fin quando?

Vorresti essere eterna per mai distaccarne la vista! Ma…nessuno lo è.

Per grazia ricevuta, la considerazione d’essere nonna soppianta presto la inquietudine. La gioia immensa di tua figlia ti scalda l’anima e ti carica di energia positiva e come per incanto avverti che in quel faccino innocente c’è anche una parte di te. Cosicché t’appare chiaro che rendersi disponibile è il solo propulsore potente a farti scattare la molla di partecipare alla sua crescita con amore e discrezione. 

bye.r

Essere nonnaultima modifica: 2017-11-18T14:48:44+00:00da dolcecreativa
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *