Rosaglicine

images (2)

Nei cavi occlusi

girovago pensiero

ignara straniera

fatua

Sulle dune il vento

lussurioso

sete d’amore

evacua

Mille goccioline

pioggiano

a intrepida fanciulla

inquieto Spirito

ogni illusione

all’angolo del cuore

strangola

lontano

un grillo spurio

a un alba marina

promiscua

rosaglicine

canta 

by e. r.

passeggiando all’alba di un giorno indefinibile….

Mirabilia

SUSJ 001

Madre Del Giglio

Fecondato Senza Umana Debolezza

Genuflessa Ai Vostri Piedi

Incapace Di Orare

Ascolto Il Canto Accorato

Ch’erompe Dal Vostro Cuore

Rimbalza Da Monte A Vallone

Viada Nei Concerti D’anime

Accorse A Supplicar L’intercessione.

Madre Delle Madri

Vi Guardo Trepidante

Senza Proferir Parole

Rapita Dall’eco Del Vostro Amore

Fora Cuori In Attesa Di Conversione

Accende Fervore A Erranti Perplessi

Vergine Inviolata

Eletta Dell’ Interminabile Amore

Vi Guardo Affascinata Dal Chiarore

Una Lacrima Scivola Giù

Ruzzola Sul Manto Sacrale

Abbacina Le Viste Sospese

Fuga Gl’ Incubi D’ Eterno Sgomento

Improvvisa Un’orazione A Lode

S’innalza A Mirabilia Di Grazia Ricevuta

Speranza Invocata D’interposizione

Rimovente Il Male Arpionatore

In Mente Sfibrata E

Corpo Devastato Da’ Corrosione

Serpeggia Lo Stupore

Parola S’incunea Fra I Raminghi

S’intona Un Canto Fra Rosari Tintinni

Lacrime Esulte Scorrono Su’ Volti Stinti

Capitombolano Come Granuli Di Collana Spezzata

Smarriscono

Tra La Folla Giubilare Ammassata

Madre Del Giglio

Sbocciato In Candore

La Mano Protendi Su Riluttanti Figli

Marosi Scorati Aggrappati A Canti

Schiumeggianti Un’ Asserzione

D’altra Tutelare Elargizione

Mi Sovviene Una Preghiera

Un Bisbiglio Aggrovigliato

Da Pensieri Alabastrini

Turbinoso Come Ignari Pellegrini

Accozzati Su Na’ Panca

Vergine Scelta Dallo Spirito

Soccorso D’ Ogni Empietà

Col Braccio Alzato E Il Volto Clino

Scivoli Avviluppata In Velo Trino

Mostri Parvenze A Pochi Volghi

Magnetizzata

Ti Ringrazio E M’inchino

Per Aver Infranto Le Difese Visuali

Gabbia D’ Immaginari Razionali

Sfuggenti Arcani Originari

by e. r.

Foto Medjugore 022

pellegrinando un dì   a  Medjugorie 

In africano mattino

mattino africano

In Un Mattino

Africano

Nel Tuo Sguardo

Tranquillo

Quasi Assente A Tutto

Insonni Sapori

Veloci Corrono

Nel Rosso

Del Mio Respiro

Avidi Ingurgiti

Di Sesso

Bruciano

Travolgenti Attimi

Ai Lati

Dei Tuoi Occhi Vuoti

Fasulli Affetti

Penzolano

Nelle Fessure

Ombrose

Vorticosa Scintilla

Inedia Strappa

Stupita

Famelico Respiro

In Africano Mattino

Irrefrenabile Mi Riavvolge 

by e.r.

 

girando per l’Africa

PER SEMPRE FINITA

La solitudine è sempre brutta ma ancor più lo è per una persona anziana e malata che perde l’autonomia. Giorno e notte gli diventano di piombo. Luce e contorni si accavallano e si deformano in un incessante silenzio in cui ogni battito del cuore suona a vuoto. Ogni ricordo diventa un album  di giganteschi volti muti che inesorabile si sfogliano sulle pareti.  Parole, sguardi e gesti senza tempo di continuo ruotano vorticosamente sulle pareti da diventare una terribile e insopportabile monocromia che conduce a una unica soluzione possibile. Così, in un momento che non ha più il senso ne di ora, ne di giorno ne di notte ma solo di totale  assenza  di appigli a cui aggrapparsi la mano spara alla propria solitudine.

images

Da tempo era finita

Rimaneva l’illusione

Di una dolce emozione

Un agonia prolungata

Da una stanca canzone

Strimpellata all’infinito

Da un vecchio organino

Balzata sul balcone

Da una stella svagata

Una carezza stonata

Di pistola puntata

Al sangue s’è scaldata

Su una pelle gelata

Immolata una vita

L’illusione è sparita

Per sempre è finita

e.r:

  Dedicata a Spartaco 25 gennaio 2010

estrella

estrella.jpg

a promessa futura

l’onda violenta

riminiscenze oziose

 ormeggia a raggio 

sull’infinito soppalco

il battito martirio

 fiaccola a pioggia

nell’occhio ardente

desiderio carpito

 s’innalza a preghiera 

nell’azzurre legioni

immutabile energia

nel silenzio segreto

perseo avvampa

su sponda terrigna

estrella cadente

la sorte ribalta

e.r.


svagando con le stelle  nella notte di san lorenzo

Madrepore

images (1).jpg

le lunghe gambe

divaricate

inerti soggiaciono

al moto ondoso

svuotati sospiri

nei fili di ragione

ribollono

esalati profumi

sull’alveo renoso

passati ammuffiti

disperdono

nel ventre fraterno

lasciva furia

inesorabile sgorga

nei cavi abissi

sublime passione

madrepore inebria

nell’infinita spirale

traslato moto

muraglie di vita

feconda

approdati respiri

nell’etere atolla

e.r.

svagando  un di nei mari tropicali…

Immaginario

immaginario.jpg

molle si adagia

l’astratto desiderio

sul grembo spoglio

un acuto tempo

come bimbo smarrito

vola impazzito

sulla pelle rovente

capriccioso il vento

marchia l’infinito

all’alba fluorescente

un volto sbiadito 

inganno lacrima

oltre i fulvi prati

l’immaginario desiderio

impudico brinda

 

e.r.

camminando nei campi in fiore all’alba di un mattino …..

Insania mutata

images.jpg

ingordo sguardo

scruta il sodo corpo

in attesa amplessa

pudore vorace

lumina chiaro

al cielo mostra

il nudo seno

insania passione

cupidigia incalza

incontrollato dolore

sulla pelle scivola

al sole 

la strada di vita

stesa

passione trasmuta

amore destina 

e.r.

aspirando, passeggiando, osservando,  sotto il sole….